Rossi - articoli in archivio

  • Bolgheri DOC, passione vinicola toscana

  • L’Italia è la patria di antichi vini prodigiosi e culla di meravigliosi territori che ben si prestano alla produzione di ottimi vitigni, come ad esempio la Toscana. Già agli inizi degli anni Sessanta, questa zona centrale della penisola italiana dai profumi intensi e generosi ha dato vita a un vino davvero rivoluzionario: il Bolgheri.
    Attraverso questa guida avremo modo di scoprire le origini, le caratteristiche e alcune varianti e tratti distintivi del Bolgheri DOC.

  • Il Merlot, tra storia e leggenda

  • Considerato uno dei vini rossi più rinomati al mondo, il Merlot fa parlar di sé oltre che per il suo prestigio anche per il suo sapore intenso e unico. La sua fama è così grande da essere conosciuto anche con altri appellativi come Crabutet, Médoc noir, Langon e Bigney, anche se le terre della Gironda sono quelle più produttive e che, ancora oggi, riescono a dar vita al miglior Merlot di sempre. Scopriamo più nel dettaglio questo prodigioso vino dal gusto classico e dalle eccellenti proprietà organolettiche, rivolgendo una particolare attenzione alle origini, alla storia e ad alcuni suggerimenti per apprezzarlo al meglio.

  • Cabernet Sauvignon, un vino dalla storia centenaria

  • La storia vitivinicola è contrassegnata da numerosi vini di pregiata fattura, ma esiste una particolare varietà che primeggia su tutte le altre: il Cabernet Sauvignon. Un vino raffinato e nobile come una figura regale di Versailles, che oltre a fare bella mostra di sé possiede anche una grande storia alle spalle. Infatti, già a partire dal XVIII secolo molti estimatori, come Montesquieu, lo classificarono come un vino eccellente sotto ogni punto di vista. Vediamo nel dettaglio attraverso questa pratica guida come nasce, i tratti distintivi e la tecnica di produzione di questo vino prelibato.

  • Valpolicella ripasso, un vino veneto di eccellenza

  • Un vino profumato, ricco di riflessi violacei, dal sapore deciso e persistente senza essere invasivo. Ecco il Valpolicella, vino stentoreo, elegante e robusto al palato, gioiello di una terra in cui la tradizione vinicola la fa da padrone da millenni. Situato nella parte nord occidentale della provincia di Verona, il territorio che dà il nome al vino gode di un clima eccezionale, mitigato dalle correnti provenienti dal lago di Garda e vanta terreni argillosi, adatti alla coltivazione della vite. Valpolicella: l’essenza di un territorio Dal sapore e dal colore inconfondibile, il Valpolicella nasce da una particolare miscela di vitigni differenti,

  • Aglianico del Vulture DOC

  • L’Aglianico del Vulture è un vino a Denominazione di Origine Controllata originario della provincia di Potenza, e definito non a caso “Barolo del Sud” per via delle sue eccellenti caratteristiche organolettiche per certi versi simili a quelle del rinomato vino piemontese. In questa guida scopriremo le origini e la storia dell’Aglianico del Vulture DOC, le diverse tipologie nelle quali viene prodotto e alcuni suggerimenti per gustarlo al meglio.

  • Barbaresco DOCG

  • Il Barbaresco è uno dei vini rossi più pregiati del Piemonte, e le sue caratteristiche gli valgono la meritata Denominazione di Origine Controllata e Garantita. Di grande consistenza ed ottenuto da uve di varietà Nebbiolo, questo vino è largamente apprezzato sia in Italia che all’estero. Scopriamo in questa guida le lontane origini del Barbaresco DOCG, le sue caratteristiche peculiari, come viene prodotto e alcuni suggerimenti per gustarlo al meglio.

  • Valtellina Superiore DOCG

  • Il Valtellina Superiore DOCG è prodotto nel territorio valtellinese, una zona della Lombardia settentrionale che da tempo immemore è rinomata per le sue eccellenti produzioni vitivinicole. In questa guida scopriremo le origini e le diverse tipologie di Valtellina Superiore DOCG, le caratteristiche organolettiche distintive di questo vino e gli accostamenti ideali sulla tavola.

  • Moscato di Scanzo DOCG

  • Prodotto nel comune bergamasco di Scanzorosciate, sulle prime pendici collinari delle Alpi Orobie, il Moscato di Scanzo DOCG è un vino rosso passito di antica origine ottenuto dalla pigiatura di grappoli ben maturi e preventivamente sottoposti ad appassimento. In questa guida scopriremo le origini, le caratteristiche, le modalità di produzione e alcune indicazioni per gustare al meglio il Moscato di Scanzo.

  • Porto: tipologie e varietà

  • Il Porto, di qualunque varietà, è un vino ricco in alcol ed in sapore, caratterizzato da un profumo intenso e dolce. Tipicamente, il contenuto di alcool si aggira intorno al 20% in volume. Esistono diverse tipologie di Porto, che si distinguono in base al colore (e, quindi, alle uve utilizzate) ed al grado di invecchiamento.

  • Porto: invecchiamento e categorie

  • Fino ad un invecchiamento della durata di tre anni, il Porto è considerato “standard”. I vini che vengono invecchiati più a lungo sono invece inclusi in una classificazione speciale, sia per via della loro qualità superiore, sia per il fatto che sono stati ottenuti frequentemente da uve di annate ritenute eccezionali. I vini speciali appartengono alle tipologie Reserva, Tawny invecchiati, Vintage, LBV, Crusted e, più raramente, Colheita.